fbpx

Una strategia vincente per il tuo benessere: Il digiuno intermittente

Tempo di lettura: 4 minuti

Una nuova strategia per ottenere benessere, che migliorerà la tua efficienza fisica.

Grazie al digiuno intermittente, perderai il grasso superfluo, incrementando la tua massa magra.

Non spaventarti alla prima parola, il digiuno intermittente deve piuttosto farti riflettere…

Pensa che una delle certezze popolari più conosciute nel campo nutrizionale per perdere peso, è sicuramente la tecnica del: “meno mangio, più dimagrisco”

E’ chiaramente una ovvietà fisiologica, poiché se introduci meno calorie di quelle che spendo nelle attività quotidiane, il corpo andrà sicuramente in deficit calorico negativo, consumando le riserve energetiche dei grassi corporei, finalizzando il dimagrimento.

Ma ne sei proprio sicuro?

Ti è mai capitato di mangiare poco, ma di non perdere peso?

Adesso pensa agli sfortunati bambini del terzo mondo, ti è mai capitato di vedere una loro foto?  Nella concezione precedente, dovrebbero essere tutti magri, purtroppo non è così. Esprimono una fisicità addominale molto pronunciata a cospetto di arti scheletrici.

Leggi anche:SGONFIARE LA PANCIA IN 5 GIORNI (sì, è possibile)

Cosa gli succede?

Molto semplice, mangiando troppo poco, nel loro organismo scattano quei meccanismi endogeni che portano alla sopravvivenza, perché, ricorda, il nostro corpo non ragiona come la nostra mente, ma va per istinti (siamo pur sempre animali!)

 

Siamo ancora animali ma pensanti

Quindi, accumulare grasso nella regione addominale, ci garantisce la sopravvivenza energetica, per quei giorni in cui decideremo di tagliare troppo il nostro apporto di nutrienti.

Ora la domanda che sorge spontanea diventa:

Ma allora ha ragione il mio amico quando dice di mangiare poco e spesso durante il giorno”

E se quest’altro concetto popolare fosse sbagliato?

Ebbene, nuovi studi sull’argomento dicono proprio così: in assenza di patologie, mangiare spesso, anche cibi sani, porta a stress dell’organismo, poiché quest’ultimo dovrebbe in continuazione processare e digerire cibi, con consumi e costi energetici altissimi, senza mai riposare.

A questo punto, ti starai chiedendo, dov’è la verità.

Ce l’hai proprio davanti agli occhi, perché sto per spiegarti l’esatta via di mezzo, tra i due concetti menzionati precedentemente. D’altronde i filosofi latini ci hanno sempre insegnato che in medio stat virtus, una locuzione che invita a ricercare l’equilibrio, che si pone sempre tra due estremi.

La soluzione è:

IL DIGIUNO INTERMITTENTE

Il digiuno intermittente, basa i suoi presupposti, su fasce orarie in cui assumere il cibo, alternando così ore di digiuno completo, in cui è possibile bere solo acqua o bevande non zuccherate, a ore in cui è possibile mangiare di tutto, compresi anche cibi vietatissimi in alcune diete.

Molti illustri medici e ricercatori, negli ultimi anni, in seguito a numerosi studi, hanno proclamato il digiuno, terapeutico e salutare, citiamo tra tutti l’indimenticato dott. Umberto Veronesi oncologo, e il dott. Valter Longo, nel suo libro conto il cancro con la dieta del mima-digiuno.

Ma in cosa consiste davvero il digiuno intermittente?

3 Metodi diversi

Esistono tanti modi per interpretare al meglio questo regime alimentare. Esempi concreti proposti nel corso degli anni, sono il “6-1”, cioè 1 giorno a settimana completo di digiuno depurativo, oppure il “5-2”, con 2 giorni a settimana di assenza dal cibo.

Agli sportivi viene consigliato il “16-8” (detta anche Warrior Diet, cioè dieta del guerriero, dagli antichi gladiatori romani, e dei soldati greci), in cui per 16 ore ci si astiene dal cibo e per 8 ore consecutive al giorno si può mangiare tutto ciò che si vuole. Tuttavia ti propongo per l’ennesima volta una via di mezzo tra gli esempi su citati.

I benefici

Ecco un esempio di un piano nutrizionale basato su 2 giorni consecutivi, da alternare, per godere dei benefici del digiuno intermittente:

  • Aumenterà la tua efficienza fisica, poiché prenderai in giro gli istinti del tuo corpo, togliendogli il cibo in maniera intelligente, senza che lui se ne accorga e faccia scattare i meccanismi istintivi di sopravvivenza.
  • Non affaticherai energeticamente il tuo organismo, in modo tale da reinvestire le energie per aumentare le tue difese immunitarie.
  • Incrementerai la massa magra.
  • Migliorerai la tua performance sportiva.
  • Aumenterai la resistenza aerobica.
  • Perderai finalmente il grasso superfluo.
  • Drenerai i liquidi.
  • Raggiungerai il tuo benessere psicofisico.

Leggi anche: IL GRASSO DELLE DONNE E’ DIVERSO DA QUELLO DEGLI UOMINI?

Il tuo Digiuno Intermittente

 Giorno 1

COLAZIONE: caffè (tè) senza zucchero

PRANZOverdura lessata [a piacimento] oppure: insalata (oppure saltare il pasto)

CENA: petto di pollo [ai ferri/in padella senza olio] e  insalata mista oppure: pesce magro/molluschi [alla griglia/bolliti/al forno] e insalata mista

 Giorno 2

COLAZIONE: caffè, biscotti integrali

SPUNTINO: 1 barretta ai cereali

PRANZO: riso [condimento leggero] e verdure a piacimento oppure: pasta [condimento leggero] e verdure a piacimento

SPUNTINO: frutta (30g noci/mandorle)

CENA: hamburger di manzo [ai ferri] e insalata mista oppure: bistecca di manzo (vitello) [ai ferri]  e insalata mista

Come avrai potuto notare dallo schema proposto, dell’alternanza tra i due giorni, non sono indicate  le quantità dei nutrienti, ed è proprio questo il bello. Poiché non contano la qualità o le quantità degli alimenti, piuttosto sono le ore di digiuno tra i pasti a fare la differenza.

Nel primo giorno c’è solo un pasto a fine giornata, ma per quelli che non se la sentono di saltare il pranzo, ci viene incontro un pasto del mima-digiuno, con nutrienti poverissimi.  Nel secondo giorno, non solo si alza il valore nutrizionale degli alimenti, ma ci sono ben 5 pasti complessivi. Paradossalmente, se ti allenerai nei giorni di ‘digiuno’ migliorerai la resistenza aerobica, condizionando il corpo ad utilizzare le riserve di grasso endogene per trarre energie (infatti 1g di carboidrati sviluppa 4 kcal, mentre 1g di grassi sviluppa 9 Kcal), finalizzando il dimagrimento. Mentre se deciderai di allenarti nei giorni di ‘abbondanza’ costruirai nuova massa magra, avendo i substrati necessari per la sintesi proteica muscolare.

Decidi tu come impostare i tuoi obiettivi, la dieta del digiuno intermittente è molto versatile e si adatta a più scopi.

Scrivi nei commenti ogni domanda in merito al digiuno intermittente o altro.

Sarò lieto di risponderti nel più breve tempo possibile.

 



Scarica l' e-book gratuito “L’Alimentazione dello Sportivo”

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre informato sui nuovi articoli, video didattici, piani alimentari pubblicati sul nostro blog!





Leggi l'informativa sulla privacy

Lascia un comento